Primi giorni di estate, finalmente. Ma, come si suol dire, <<Troppa grazia, Sant’Antonio!>>. Un’ondata di caldo africano si è letteralmente abbattuta sulla nostra penisola, facendo registrare un pò ovunque temperature record. E, con il caldo, sono di conseguenza aumentati i malesseri fisici ad esso collegati, soprattutto spossatezza e pressione bassa. Cosa fare, dunque, per arginare gli effetti sull’organismo delle temperature torride? Quale rimedio adottare per contrastare l’insopportabile afa, se l’aria condizionata e le docce fredde non rappresentano che un palliativo e le tanto agognate vacanze sono ancora lontane?

La soluzione c’è e non può essere che una corretta alimentazione, utilissima non solo per respingere gli assalti del caldo, ma anche per perdere proprio ora i chili di troppo accumulati durante l’inverno. E’ il momento giusto, considerando che fra poco ci aspettano le spiagge e la prova costume! Andiamo a scoprire, dunque, qual è l’alimentazione migliore per contrastare le temperature elevate e approfittiamone per dimagrire!

PRIMA REGOLA: BERE TANTO!

Innanzitutto, la prima regola è quella di bere moltissimo. Occhio alla temperatura: mai bere acqua a temperatura troppo bassa rispetto a quella interna al nostro corpo, onde evitare pericolose congestioni! Per il resto, durante ogni fase della giornata, è bene bere il più possibile, idratando frequentemente il nostro organismo. E’ sì consigliabile bere tanto, ma è meglio farlo lontano dai pasti, così da non appesantire la digestione. Preferenza all’acqua naturale rispetto a quella gassata, che tende a gonfiare lo stomaco. Per reintegrare – oltre ai liquidi – anche molti sali minerali, si può ricorrere alle acque minerali iposodiche. Durante la giornata, un buon sostituto dell’acqua può essere il the verde (che ha comprovata efficacia dimagrante), oppure le spremute fresche (che forniscono energia rapidamente assimilabile attraverso il fruttosio) ed i centrifugati di verdura (ricchi di potassio e magnesio – i due sali minerali più importanti per resistere bene al caldo).

Ad ogni modo, bere almeno 2 litri di acqua al giorno con queste temperature porterà benefici anche per la diuresi e per la regolarità intestinale. Ci farà sentire più leggeri, ma non solo: fare il pieno di acqua significa anche sentire meno il senso di fame.
E questo è il primo vantaggio per una dieta dimagrante!

SECONDA REGOLA: RIDURRE SALE E CONDIMENTI!

La seconda regola è quella di ridurre il sale nelle pietanze e rinunciare ai cibi troppo conditi.
Il caldo, difatti, riduce la voglia di insaccati, di cibo fritto o preparati con troppi condimenti, nonchè di formaggi stagionati. Inoltre, diminuire il dosaggio del sale favorisce non solo la circolazione sanguigna, ma comporta anche una diminuzione delle calorie assunte durante i pasti. In questa fase, è più semplice dare un taglio netto alle calorie e limitare i grassi: ecco cosa vuol dire approfittare del caldo per dimagrire!

TERZA REGOLA: ELIMINARE L’ALCOL!

La terza regola è quella di evitare alcol e soprattutto superalcolici.
Se è vero che, con il caldo, questo tipo di bevande inducono facilmente in tentazione, è vero anche che l’alcol apporta all’organismo solo calorie vuote, cioè prive di sostanze nutritive utili. In pratica, le calorie “alcoliche” sono destinate a trasformarsi in accumulo di grasso su pancia e fianchi. Inoltre, occorre sfatare un mito: la birra può anche essere refrigerante, ma non aiuta affatto l’organismo a dissetarsi! Difatti, l’alcol ha il potere di disidratare fortemente l’organismo in quanto, per essere metabolizzato, necessita di un quantitativo maggiore di acqua. Aumenta, in sostanza, la perdita di liquidi corporei attraverso le urine e la necessità di introdurre nuova acqua nell’organismo.

QUARTA REGOLA: MEGLIO UN PIATTO DI PASTA CHE UN PANINO!

Le ultime ricerche scientifiche concordano nel dare maggiore rilevanza nutrizionale alla pasta rispetto al pane. Il pane sazia di meno ed ingrassa di più, mentre la gran parte delle calorie introdotte da un piatto di pasta sta solo nei condimenti. Per perdere peso, insomma, sono preferibili 100 gr di spaghetti con un sugo leggero (e olio extravergine d’oliva a crudo) al panino mangiato al bar. Ci sentiremo molto più appagati e soddisfatti, avremo più energia durante la giornata anche per combattere il caldo e, al tempo stesso, avremo assunto una quantità minore di calorie.

Piatto tipico estivo è l’insalata fredda di riso o di farro. E’ un buon piatto dal punto di vista dietetico, purché si stia attenti – oltre che ai condimenti – anche a cosa si mangia insieme al riso. E’ buona norma preferire i sottaceti ai preparati sottolio. Vanno benissimo tutti i tipi di verdura (ad esempio il basilico fresco e il succo di limone per donare più gusto). Bene l’uovo sodo, va benissimo il tonno in scatola al naturale e ottimi anche tutti i frutti di mare. Sono da limitare il più possibile, invece, i formaggi e soprattutto i salumi (come il wurstel). In alternativa, optiamo per un bel piatto di pasta fredda condita con le verdure, o ad una pastasciutta con proteine magre come la ricotta o il tonno al naturale.

In questo modo ci sentiremo molto più appagati e soddisfatti, avremo più energia durante la giornata anche per combattere il caldo, e avremo al tempo stesso introdotto una quantità minore di calorie, rispettando in pieno le regole delle diete dimagranti.

QUINTA REGOLA: MENO CARNE E POCHI LATTICINI!

Quinta regola: consumare meno carne e pochi latticini. In estate la carne andrebbe mangiata di meno, a favore di un utilizzo maggiore di pesce e di frutti di mare. Questo perchè la carne richiede un tempo maggiore di digestione che, con temperature esterne molto alte, affatica l’organismo. Stesso discorso vale anche per i latticini ed i prodotti lattiero-caseari in genere, tutti poco adatti al clima di stagione e alla dieta. Un’eccezione può essere fatta per lo yogurt magro, ideale sia la mattina a colazione che durante gli spuntini, meglio ancora se con pezzi di frutta fresca.

SESTA REGOLA: TANTA FRUTTA E TANTA VERDURA!

Sesta regola: fare il pieno di frutta e verdura. Al supermercato, la parola d’ordine deve essere “freschezza”, evitando quindi cibi precotti e preconfezionati, più calorici e più salati. Il carrello va riempito di insalata – di tutti i tipi – pomodori, cetrioli, peperoni, sedano, e carote. Ma anche di tanta gustosa frutta estiva, ricca di zuccheri quanto d’acqua: cocomero (o anguria) e melone, fragole, pesche e albicocche, senza dimenticarsi le banane, che danno energia e sono piene di vitamine e potassio. Il vantaggio di abbondare con frutta e verdura durante l’estate non è soltanto dietetico. Questi cibi sono quelli che, infatti, difendono meglio il nostro organismo, in quanto ricchi di antiossidanti – che combattono l’azione dei radicali liberi -, di vitamine e di quei sali minerali che in questa stagione vengono perduti più facilmente attraverso la sudorazione.

Anche un frullato, nonchè un buon gelato, possono diventare una validissima alternativa in pausa pranzo – in sostituzione quindi di un pasto – col vantaggio di regalare zuccheri facilmente assimilabili, tanto gusto, ma poche calorie (dato lo scarso contenuto di grassi). E questo, ovviamente, è un altro punto a favore per la nostra dieta!

SETTIMA REGOLA: MANGIARE POCO, MA SPESSO!

La settima regola – ottima non solo per combattere il caldo, ma anche per dimagrire efficacemente – è quella di mangiare poco ma spesso. Tutte le diete dimagranti ci indicano almeno 5 pasti: colazione (abbondante), spuntino, pranzo (meglio se coi carboidrati), merenda e cena (leggera e meglio se con proteine magre). Con l’arrivo della bella stagione, questo è anche lo schema migliore per combattere il senso di fiacchezza.

Seguire tutte le regole per mangiare bene nei periodi particolarmente caldi e afosi, dunque, ci fornisce anche un’ educazione alimentare adeguatissima per dimagrire.  Approfittiamone, dunque!

Leave a comment
    No comments found