Ci ha colpito un messaggio arrivato sulla nostra pagina Facebook da Gaetano, in cui ci ha raccontato come la nostra dieta personalizzata abbinata ad Anadepis gli abbia fatto raggiungere efficacemente il suo obiettivo di dimagrimento. Pertanto, abbiamo deciso di fare una chiacchierata con lui e condividere con voi il racconto della sua esperienza.

Allora Gaetano, grazie per la tua disponibilità. Per iniziare, ti va di raccontarci il momento in cui hai detto: <<Ora basta: devo cambiare, devo fare qualcosa per dimagrire?>>

<<Si: a novembre 2019, quando ho raggiunto quota 93 kg. Premetto che sono alto 182 cm e il mio peso è stato sempre grosso modo attorno agli 83-84 kg. Ma, dopo l’estate 2018, ho smesso di fumare e mi sono letteralmente “buttato” sul cibo per sopperire all’assenza della sigaretta. Risultato: in un anno ho messo circa 10 kg in più, che non sono assolutamente riuscito a perdere con i classici tentativi “fai da te”. Tramite Facebook, ho scoperto la vostra pagina e l’offerta del piano alimentare personalizzato abbinato ad Anadepis e, non senza qualche iniziale scetticismo, ho deciso di richiederlo.>>

 

Perchè parli di scetticismo? Conoscevi già Anadepis?

<<Perchè su Internet trovi di tutto ed è sempre molto difficile distinguere la “fuffa” dalle cose che possono essere effettivamente positive. Inoltre, non conoscevo Anadepis, però vedevo che era ben recensito un pò ovunque. In tuttà onestà, mi ha convinto anche il prezzo, molto più accessibile rispetto ad altre proposte. Mi son detto “Proviamo!”, visto che una dieta personalizzata era proprio quello che stavo cercando. Ero cosciente di dover cambiare il mio approccio alimentare una volta per tutte. Mentalmente, inoltre, mi sentivo molto determinato a raggiungere il mio obiettivo.>>

 

Qual’è stato l’impatto con la dieta?

<<Ho notato subito come il piano fosse molto ben strutturato, essendo stato creato su misura per me in base alle informazioni fornite alla Dott.ssa Moriconi e al suo staff. I primi giorni di dieta sono stati quelli più “difficili”. Non ero abituato a pesare gli alimenti, né a tenere d’occhio i condimenti. Seguire l’alternanza dei cibi mi ha portato a prestare molta attenzione al loro valore nutrizionale. In tutto ciò, ho iniziato ad assumere regolarmente Anadepis prima dei pasti principali. E i benefici della sua azione, in termini di “sgonfiamento”, li ho notati immediatamente. Non parlo solo di una ritrovata regolarità intestinale, ma anche di un miglioramento del processo digestivo che facilitava il mio organismo nel “ripulirsi” ed espellere “tossine”.>>

 

Quanto tempo hai dovuto attendere per vedere i primi risultati?

<<I risultati sono arrivati praticamente subito. Dopo appena una settimana avevo già perso 2 kg! Ciò ha creato entusiasmo, per cui è stato più facile proseguire. In pochi giorni qualsiasi sensazione di “vuoto” allo stomaco era pressochè scomparsa. Anzi, mi sentivo davvero “sazio” ed appagato dal mio programma alimentare giornaliero, che mi stava offrendo l’opportunità di scoprire cibi diversi, nuove ricette e nuovi gusti. Mi pesavo con regolarità una volta a settimana, notando sempre dei notevoli miglioramenti. Terminato il mese di dieta, avevo ottenuto uno splendido risultato. Infatti, se a metà novembre 2019 pesavo 93 kg, a metà dicembre 2019 il mio peso era di 86,7 kg! In un mese, cioè, avevo perso ben 6,3 kg! Avevo raggiunto il mio obbiettivo a “breve termine”, ossia arrivare alle festività natalizie senza ansie e senza dovermi sentire in colpa se, come succede a tutti, in quel periodo avrei esagerato con le calorie. A quel punto, mi sono concesso una pausa, abbandonandomi ai piaceri della tavola. Ed è stato un grave errore di ingenuità, il mio, perchè a metà Gennaio 2020 il mio peso era tornato ad essere di 91 kg. >>

 

Come hai rimediato a questo errore?

<<Mi sono rimboccato le maniche e ho ricominciato a seguire la dieta personalizzata e la regolare assunzione di Anadepis! Sono stato doppiamente attento, stavolta, a non “sgarrare”. In più, ho cercato di intensificare l’attività fisica, comprando una cyclette domestica e cercando di farne regolarmente almeno 1 ora al giorno. Grazie a questo e ad un’alimentazione più sana ed equilibrata il mio organismo si è disintossicato dagli abusi calorici natalizi. A metà febbraio, sono tornato a sorridere: la bilancia diceva 85,2 kg. Avevo nuovamente perso circa 6 kg e mi sentivo in forma come non mi capitava da tempo. Me ne accorgevo giocando a calcio, riuscendomi a muovere con maggiore agilità rispetto ai mesi precedenti.  Ma il reale giovamento era quello “mentale”.  Difatti, la sensazione di aver ritrovato un certo benessere faceva sì che anche il mio umore fosse sempre più positivo. Preso dall’euforia, ho deciso di accantonare il piano alimentare per qualche settimana, cercando intanto di mettermi alla prova. “Vediamo se ho imparato la lezione”, dicevo a me stesso, quasi sfidandomi.>>

 

E hai vinto la sfida?

<< No. La verità è che, come tutti i golosi, difficilmente riesco ad auto-disciplinarmi. Tendo a cedere con molta più facilità alle tentazioni se non sono rigoroso e quanto più fedele possibile ad una tabella nutrizionale. Difatti, ad inizio Marzo il mio peso era di 86,7 kg: in due settimane scarse avevo, cioè, messo su circa 1 kg e mezzo. In quei giorni è stato proclamato il “lockdown” e sapevo che, in assenza di una rigida disciplina alimentare, il peso psicologico, le ansie e le preoccupazioni che avrebbero accompagnato quel forzato stare in casa si sarebbero tradotti in un consumo di “comfort-food” nefasto per il mio peso-forma. Quindi, agendo in controtendenza, ho deciso di trasformare il “lockdown” in un’opportunità per la mia dieta.>>

 

Come sei riuscito a conciliare il lockdown con il tuo piano alimentare?

<<Mi son detto: “Nonostante tutto, questo può essere il momento ideale per migliorare ancora!”. Non mi sono limitato a ricominciare il piano alimentare e la regolare assunzione di Anadepis. Ho anche intensificato la mia attività fisica “casalinga”, attraverso la cyclette, facendola diventare una costante quotidiana. Grazie a ciò sono riuscito anche a concedermi qualche “strappo” durante la quarantena (sono fra quelli che hanno scoperto il piacere di fare la pizza in casa). Solitamente, stabilivo un giorno a settimana dove potermi concedere “qualcosa in più”. Ma si trattava solo di una parentesi, che non aveva ripercussioni sul mio peso in quanto veniva tranquillamente assorbita nei giorni seguenti.>>

 

E che risultati hai raggiunto? 

<< Da 86,7 kg, peso di inizio Marzo, oggi, Giugno 2020, il mio peso è di 81 kg. Ossia, 5,7 kg in meno in un trimestre. E, soprattutto, ben 12 kg in meno rispetto a Novembre 2019, quando pesavo 93 kg! Che poi, era esattamente il mio obiettivo a “lungo termine”: arrivare a pesare attorno agli 80 kg in vista dell’estate.>>

 

Riavvolgendo il nastro di questi mesi, c’è qualcosa che cambieresti o faresti diversamente?

<<Onestamente in questi mesi non ho mai avvertito i “morsi della fame”, anzi. Al massimo, cercherei per quanto possibile di evitare alcuni “peccati di gola”. “Peccati” dovuti al fatto che, da quando ho iniziato questo percorso, ci sono state festività natalizie, Carnevale, Pasqua e tutta la fase di quarantena. Tuttavia, anche se talvolta non ho saputo resistere alle tentazioni, il piano alimentare abbinato ad Anadepis è sempre riuscito a farmi rientrare velocemente nei ranghi quando “sgarravo”.>>

 

Qual’è il beneficio maggiore che hai ottenuto da questo percorso?

<<Mi vien da dire “spirituale”. Questo percorso è stato fortemente terapeutico: ho imparato molte cose, anche su me stesso. Oggi, nonostante continui a seguire il piano alimentare (ne ho richiesto uno nuovo sul vostro sito, aggiornato per la “bella stagione”), ho molta più autodisciplina. A differenza di prima, riesco a pormi dei limiti e mettere un freno alla mia golosità. Essendo profondamente cambiate le mie abitudini alimentari, anche il mio stile di vita, di conseguenza, è divenuto più sano. Questa armonia nutrizionale mi ha fatto capire anche l’importanza dell’attività fisica, di come possa essere tranquillamente svolta con efficacia anche fra le mura di casa. In poche parole: grazie a questo percorso sono entrato in una nuova dimensione di benessere.>>

 

In sintesi, quali sono le cose che ti ha insegnato questa esperienza?

<<In estrema sintesi, ho capito che:

  1. Perdere peso può essere facile, ma il difficile è “mantenere” il risultato. Per questo, è inutile prendersi in giro: devi essere motivato, altrimenti meglio lasciar perdere;
  2. La vera efficacia di una dieta è quella che porta a risultati “nel tempo”, consentendoti cioè di cambiare le tue abitudini alimentari. Sbagliato seguire una dieta con la pretesa di perdere “tutto e subito”, perchè quelli che perdi sono esattamente i chili che vai a rimettere (con gli interessi) non appena ricominci a mangiare come prima;
  3. Che un piano alimentare personalizzato è la soluzione ideale per chi, come me, faticherebbe ad auto-disciplinarsi e distribuire autonomamente gli apporti calorici durante la giornata;
  4. Che Anadepis è un dimagrante efficacissimo, un eccellente sostegno alla dieta, che consente al nostro organismo di sgonfiarsi, depurarsi naturalmente e regolare il metabolismo. Attenendosi alle indicazioni e alle modalità d’uso, quelli che si ottengono sono risultati tangibili.

Concludendo: che consigli daresti a chi volesse provare il nostro piano alimentare personalizzato?

<<Con me ha funzionato alla grande, per cui lo consiglio a tutti quelli desiderosi di perdere peso, specie ora che è estate, con la prova costume alle porte! Direi loro di essere fiduciosi, perché non dovranno mai digiunare o fare eccessive rinunce. E di “mettersi alla prova” con motivazione, perchè i risultati sono evidenti in poche settimane. Se ce l’ho fatta io, può farcela chiunque!>> 

 

RICHIEDILA ANCHE TU!

1 DIETA PERSONALIZZATA, ossia un PIANO ALIMENTARE PERSONALIZZATO della durata di 4 settimane; 2 confezioni di Anadepis (60 compresse, pari ad un trattamento dimagrante continuativo di 4 settimane)

Leave a comment
    No comments found